Un campo “altro” [antefatto]

UNA METAFORA POLITICA

La ricerca di un nuovo ordine mondiale è il fulcro di tutto quanto sta accadendo sul piano politico internazionale in questi ultimi dieci anni. Crisi compresa. Quale sarà il ruolo della Cina in questo nuovo ordine mondiale? E la Russia? Che cosa farà l’America? Si arriverà all’Europa federale o ai sovranismi nazionali?

Dopo il sistema bipolare tra USA e URSS, dopo l’egemonia unipolare degli Stati Uniti, siamo entrati in una fase di passaggio che cambia lo scenario geopolitico globale.

TRA REALE E IMMAGINARIO

Forse, anche se potrà apparire troppo complesso, il mio discorso potrebbe utilizzare una metafora scientifica per tentare di offrire delle risposte o degli interrogativi affascinanti sul tema del nuovo ordine mondiale. Una specie di traslazione dalla geopolitica alla scienza.

Arrivo al punto: la scoperta scientifica del bosone di Higgs dimostrerebbe, a quanto pare, almeno se si tiene conto di quanto affermato dai fisici, che la “massa reale” dipende dalla “massa immaginaria”. Semplificando in modo un po’ approssimativo, potremmo dire che, secondo lo scienziato Peter Higgs, a cui dobbiamo il merito di aver intuito per primo l’esistenza di questo bosone, la “massa reale” nasce dalla “massa immaginaria”.

LA DEMOCRAZIA REALE

Nella trasposizione politica della teoria di Higgs, perciò, potremmo dedurre che la “massa reale”, cioè quella che abbiamo definito come “democrazia reale”, si può modificare attraverso la “massa immaginaria”, cioè attraverso l’idea e l’ideale di una visione politica non schiacciata sul Potere autoritario. Perché la cultura, le idee, l’immaginazione, la parola e il pensiero possono modificare l’azione. Anzi, se supportata dalla conoscenza, la fantasia innesca un’azione che cambia il vecchio concetto legato alla Ragion di Stato o di Partito.

Perché la creatività è essa stessa motore per l’azione. Insomma, la “massa immaginaria” è come fosse un unicum di particelle diverse, un fermento di fiammelle di idee diverse, che si muovono sotto una coltre pesante, oppressiva, occludente, cioè sotto la cappa del Potere autoritario, cinico, illiberale, che è la “massa reale” della politica mondiale. In altre parole, il Potere, con la P maiuscola, della Ragion di Stato o di Partito rappresenta la “massa reale” dell’attuale regime.

La “massa immaginaria”, invece, rappresenta la politica basata sulla forza delle idee, sul dialogo, sul contraddittorio, sulla discussione, sul rispetto degli altri, sul “metodo liberale”, sul merito, sullo “stato di diritto”, sui diritti umani, sulla conoscenza, sulla circolazione delle idee, cioè la Politica intesa nel senso alto e nobile del vocabolo.

Continua su Un campo altro [imperfetto]

One thought on “Un campo “altro” [antefatto]”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...