Le parole contano

I Corsari, ormai da oltre 10 anni, hanno sviluppato un percorso di riscoperta delle singole parole, del loro senso, delle potenzialità dell’italiano nella comunicazione politica del futuro. La lingua italiana come espressione del libero pensiero. Perché le parole contano, soprattutto in politica.

NELLE PAROLE C’È LA PERSONA

La politica, intesa nel senso alto e nobile del vocabolo, può rinascere dalla parola. Questa è la nostra convinzione. Infatti, se – in tale lunga fase di crisi – si riuscirà a restituire senso e significato alla parola e al linguaggio della politica, allora si potranno porre le basi per un futuro davvero propositivo e significativo, cioè liberato dai vuoti a perdere, dai suoni gutturali, dai termini ormai privati di qualunque contenuto, dagli sfoghi provenienti dalla pancia invece che dalla testa e dal cuore.. Politica è cultura.

Quando si vivono periodi di crisi come quelli che stiamo attraversando da oltre 10 anni, vi è anche la possibilità di recuperare uno spazio vitale per la creatività, per l’innovazione, per il rinnovamento.

Ovviamente, il punto di partenza di tale esperimento è la realtà di oggi, cioè i cambiamenti in corso, l’attuale lessico politico, le dinamiche relative ai nuovi media, ma l’impegno dei Corsari, in quanto visione letteraria di cultura politica, sta anche nel tentativo di tornare all’etimologia dei vocaboli per restituirne un valore e un senso nel presente, in modo da passare dal significato originario a una lettura originale per il futuro.

TORNARE AL FUTURO

Tornare al futuro, verrebbe quasi di scrivere. Qualcun altro, tra gli animatori del pensiero corsaro, ha così sintetizzato il lavoro finora svolto da questo gruppo di volontari e di volenterosi:

A futura memoria

se la memoria ha un futuro.

Leonardo Sciascia

In effetti, il progetto dei Corsari guarda avanti. E’ un progetto proteso verso l’avvenire. Tanto è vero che, insieme all’obiettivo di un nuovo “Abbecedario della Politica”, i pionieri del veliero, i cosiddetti bucanieri si sono rivolti ad alcuni linguisti ed esperti del settore affinché potessero cominciare a offrire al dibattito politico precisi elementi di consapevolezza rispetto al lavoro che abbiamo già intrapreso fin dal primo giorno di vita e, ora, anche in questo Blog.

CORSARI DELLA LIBERTÀ

Quello che stupisce di più, è come i Corsari della libertà, pur essendo una piccola ciurma, abbiano saputo – almeno finora – anticipare spesso gli eventi, intuire le prospettive, cogliere la direzione. A proposito di ciò, infatti, colpisce come, in coincidenza con il lavoro portato avanti sul veliero in mate aperti… l’ASLI, cioè l’Associazione per la Storia della Lingua Italiana, abbia dedicato, tempo fa, un intero convegno a Napoli sul tema del linguaggio della politica, sul lessico politico, andando all’origine della lingua italiana e legando l’argomento alle forme linguistiche che hanno determinato la politica e, infine, al linguaggio dei nuovi media, dei social-network e del web.

Siamo sulla rotta giusta.

One thought on “Le parole contano”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...