“Il Campione” è un film sull’amore

Ci sono infiniti modi per raccontare l’amore. Nella storia del cinema di tutti i tempi e di tutte le nazioni, l’amore è stato raccontato in mille modi diversi.

Ciascuno può andare col pensiero alla pellicola che, a livello personale, più e meglio di altre ha saputo dare forma a questo sentimento e offrire al pubblico o a noi stessi una visione originale ed emozionante dell’amore. Dal cinema orientale a quello americano, dalla nouvelle vague alla commedia all’italiana, dal cinema indiano a quello svedese di Bergman.

Continua a leggere ““Il Campione” è un film sull’amore”

Il diritto umano alla conoscenza

L’ATTUALE GOVERNO

La notizia è ufficiale: la manovra finanziaria dell’attuale governo pirata e gialloverde, tra le altre cose, dimezza i fondi per Radio Radicale, così da ridurre drasticamente il contributo alla storica emittente radiofonica per trasmettere le sedute del Parlamento. Perché Radio Radicale svolge un servizio pubblico vero e proprio allo scopo d’informare i cittadini su quanto accade dentro e fuori dal Palazzo.

Continua a leggere “Il diritto umano alla conoscenza”

Le nuove tecnologie

Anche se non ci pensiamo, quando scriviamo una poesia o un libro o quando dipingiamo un quadro o componiamo una musica, in realtà, stiamo cercando di sconfiggere il tempo.

Scrivere, scolpire, comporre una canzone, dipingere, realizzare un film significa tentare di lasciare un segno di sé. Ecco il punto.

Continua a leggere “Le nuove tecnologie”

Un campo “altro” [imperfetto]

LA DEMOCRAZIA LIBERALE

E’ l’uomo, dunque, che con le sue scelte funge da filtro tra la “massa immaginaria” e la “massa reale”. Inoltre, sempre seguendo la metafora scientifica, il comportamento delle particelle elementari (cioè, le nucleari forti, le nucleari deboli, le elettromagnetiche e le gravitazionali) e le loro modalità d’interazione sono descritte, nella teoria quantistica dei campi, dal cosiddetto Modello Standard, che incorpora la “teoria della relatività” di Albert Einstein. Secondo la meccanica quantistica esiste un incessante movimento spontaneo di ogni entità fisica microscopica.

Come si può far conciliare, allora, l’esistenza di sistemi stabili, definiti appunto dal Modello Standard, che sarebbe il corrispettivo di un nuovo ordine mondiale, con le componenti in movimento rappresentate dalle particelle?

Continua a leggere “Un campo “altro” [imperfetto]”