Oltre il giardino – Il Veliero

In controtendenza, ho scritto una poesia corsara e, quindi, politica. Oggi, scrivere una poesia è quanto di più politicamente scorretto ci sia. Perché spinge il nostro Veliero verso un Nuovo Umanesimo.

Da qualche tempo a questa parte, nell’oceano di incertezze che è la vita, incontro soltanto persone che mi dicono di essere pragmatiche, concrete, che loro fanno i fatti, persone che si esaltano affermando che sono i fatti quelli che contano, che le chiacchiere stanno a zero, che loro badano al sodo, che le parole non servono, che la cultura non fa mangiare (“ma aiuta a vivere meglio!”, aggiungo io). Ecco, questo è il principale motivo per cui le cose vanno male. Che poi questi ideologi del pragmatismo dimostrano tutta la loro debolezza, la loro vita si basa sull’apparenza, il loro agire è astratto, evanescente, senza pensiero.

Continua a leggere “Oltre il giardino – Il Veliero”