La rivoluzione liberale e libertaria

I Corsari sono i pionieri del pensiero e del coraggio liberale, cioè siamo i filosofi e gli uomini d’azione della libertà. Per il resto? Ingiustizie, oppressione, privilegi, illegalità, disinformazione, sudditanze, falsità, inganni, omissioni, disonestà, violenze, sotterfugi, raggiri, spartizioni sottobanco. Viviamo nel Paese delle ingiustizie, dei sovranismi istintivi, dei populismi demagogici. L’Italia è oggi dominata da una “democrazia reale”. Quindi, viviamo in una democrazia virtuale, della realtà virtuale. Anche se non si deve dire, siamo dentro un Regime.

Come accadde già alle idee socialiste rispetto al “socialismo reale”, la democrazia reale è semplicemente una forma di democrazia che possiamo definire non-democratica, cioè priva di quei caratteri minimi che servono a una democrazia per dirsi tale. Senza dubbio si tratta di una forma di democrazia che possiamo definire anti-liberale, illiberale o non-liberale. Oggi, tutti i partiti si definiscono democratici: dalla Destra di Giorgia Meloni passando per la Lega di Matteo Salvini fino ad arrivare al movimentismo democratico dei Cinque Stelle, al democratico Matteo Renzi, ai democratici del Pd, alla democrazia leaderistica di Forza Italia. Ed è vero, sono democratici, ma della democrazia reale e non di una democrazia liberale.

Continua a leggere “La rivoluzione liberale e libertaria”